SAN PRISCO

Campania prov. Caserta (5 km)

48 m s.l.m.

sup. com. 7,7 kmq

popol. 9983 ab.(samprischesi)

patrono: San Prisco

(festa il 1° settembre).

Posizione

Centro industriale della Terra di Lavoro, alle falde meridionali del monte Tifata (603 m). L'abitato, a nord del quale passa l'Autostrada del Sole, consta di vari quartieri strutturati a scacchiera, diversamente orientati.

Storia

Sorto nel I secolo d. C. in prossimità della via Appia, accanto al cimitero nel quale era stato sepolto il Santo da cui ha preso il nome e che la tradizione vorrebbe primo vescovo di Capua, seguì le sorti di questa città. Dal 1928 al 1946 fu aggregato a Santa Maria Capua Vetere.

Per maggiori approfondimenti leggi "La storia di San Prisco" e "Origini e breve cronistoria di San Prisco"

Arte

La chiesa di San Prisco, dei massimo interesse per i mosaici dei VI secolo che vi si conservano, è in se stessa una pregevole fabbrica di gusto vanvitelliano, ricostruzione di una chiesa preesistente conclusa verso la metà del XVIII secolo. Presenta la facciata del 1763, l'abside poligonale presso cui si leva l'elegante cupola seicentesca della cappella della Madonna, l'alto campanile isolato dello stesso stile e l'interno di impianto basilicale a tre navate, con un'ampia decorazione a stucchi rococò, cantoria e organo coevi. I mosaici per cui soprattutto la chiesa è conosciuta ornano la volta e le lunette della cappella di Santa Matrona: un sacello bizantino, a pianta quadrata e con colonne di spoglio angolari, che Matrona, principessa di Lusitania, fece costruire per propria tomba e che ora è incorporato nella navata destra. La preziosissima decorazione musiva, che costituisce una interessante testimonianza dell'arte bizantina in Campania, qui ancora legata a moduli classici, si compone nella volta di un ricchissimo intreccio di tralci e viticci con grappoli d'uva, su un fondo di colore azzurro intenso diviso in quattro vele da fusti di palme.

Economia

Accanto alla tradizionale agricoltura e al commercio dei suoi prodotti (olive, grano, canapa, frutta, vino) si è sviluppata l'industria, sia con piccoli impianti (frantoi, salumifici, conservazione della frutta), sia con imprese di media dimensione (settore impiantistico).